Skip to content home : browse : advanced search : preferences : my favorites : about : help   
   
add to favorites : reference url back to results : previous : next
 
[Florida: Writers' Project] Florida Federal Writers' Project 1935-1942 (The) / Elisabetta Soro
Access this item.
CreatorSoro, Elisabetta
Title[Florida: Writers' Project] Florida Federal Writers' Project 1935-1942 (The) / Elisabetta Soro
PublisherUniversita degli Studi di Cagliari
Date2000-2001
Description186 p. (Thesis)
Notesl presente lavoro si propone di portare alla luce un aspetto della storia culturale americana per molti versi ancora inesplorato: quello dei progetti federali creati nell'ambito del New Deal durante gli anni della Grande Depressione del 1929. Sponsorizzati dal governo Roosevelt per far fronte ai gravi problemi di disoccupazione nati all'indomani del crollo della borsa di New York che portò la fiorente economia americana ad un improvviso arresto e gettò i cittadini in una grave crisi finanziaria, portando al fallimento di più di 100.000 esercizi nel giro di due anni, i programmi federali videro milioni di uomini e donne impegnati nella ricostruzione della nazione. Nel 1932, anno in cui Franklin Delano Roosevelt fu eletto presidente, un quarto della popolazione degli Stati Uniti si trovava senza un reddito regolare e soffriva le gravi privazioni imposte dalla povertà. Le agenzie del New Deal, pensate per dare lavoro ai disoccupati e a coloro che stavano percependo un sussidio di disoccupazione, contavano al loro interno numerosi progetti che rappresentavano l'impegno più ambizioso e rivoluzionario che il Governo Federale avesse mai preso. Era la prima volta nella storia degli Stati Uniti d'America che veniva utilizzato del denaro pubblico per provvedere all'impiego di chi era senza lavoro. I progetti riuniti sotto il Works Progress Administration (WPA) in particolare, ebbero grande successo. Creato con lo scopo di rimpiazzare i precedenti tentativi di tenere sotto controllo la Depressione, il Works Progress Administration intendeva soprattutto fornire un lavoro ai disoccupati che possedevano "particular skills" e desideravano impegnarsi per risollevare le sorti proprie e quelle dell'America. Nell'ambito del WPA, anche artisti (musicisti, attori...) e "white collar workers" (scrittori, giornalisti, insegnanti...), fino ad allora non ritenuti una vera e propria categoria lavorativa, trovarono impiego all'interno del "Federal Project 1", e dello Historical Records Survey (HRS). Molte opere d'arte e monumenti creati durante i lavori federali furono demoliti dopo qualche anno in nome della modernizzazione, al contrario i lavori realizzati all'interno del "Federal One" acquistarono valore col passare degli anni. In particolare le famose pagine scritte nell'ambito del Federal Writers' Project, sono diventate col tempo dei preziosi documenti, una pietra miliare della letteratura. A tali documenti, in special modo, sarà dedicato il nostro studio. Il fatto che il fine principale dell'FWP fosse la compilazione e pubblicazione di una collana di guide turistiche, le "American Guide Series", non deve trarre in inganno. Man mano che ci addentreremo nell'analisi, scopriremo per l'appunto che queste pubblicazioni non sono semplici stradari per i viaggiatori, ma vere opere d'arte che raccolgono pagine di storia, folclore, mito e natura, il cui valore resta a tutt'oggi incalcolabile. Particolarmente originale per svariate ragioni poi confermate dall'elaborato finale, appariva il progetto redatto in Florida. Abitata per lungo tempo dagli indiani Seminole (di cui è possibile visitare tuttora le riserve di Orlando in determinati periodi dell'anno), in mano agli Spagnoli giunti a Tampa Bay nel 16° secolo (dei quali si trova ampia testimonianza a Ybor City nella "downtown" di Tampa), arricchito dalla cultura italiana, irlandese, ebrea e afro-americana, lo stato della Florida ha dato l'opportunità agli scrittori federali di spaziare all'interno di un vasto numero di "topics"; dall'archeologia alla storia, dal folclore alle bellezze delle città più importanti, e offre al lettore una panoramica completa degli usi e costumi di diverse culture. Lo studio di questo grandioso progetto non può non condurci all'analisi del "Florida Negro", un programma realizzato dalla "Negro Unit" appositamente creata all'interno del Florida Federal Writers' Project per impiegare i numerosi afro-americani residenti nello stato.. Secondo un censimento realizzato nella seconda metà del secolo scorso, gli afro-americani costituivano il 14% della popolazione totale della Florida, cioè la minoranza più numerosa dello Stato. Della loro importanza le città della Florida danno ampia testimonianza attraverso la musica, il teatro, la religione e l'educazione. Non dimentichiamo inoltre che il Federal Writers' Project nasce all'indomani dei favolosi anni '20 in cui era sorto e si era sviluppato il movimento artistico e letterario noto come Harlem Renaissance e che di conseguenza gli afro-americani avevano già preso piena coscienza della forza espressiva della propria arte e del valore della loro storia.
SubjectFlorida Writers' Project.
LanguageItalian
add to favorites : reference url back to results : previous : next
 Home  |  Terms of Use  |  Contact Us ^ to top ^